EN  
  IT  

Consolidamento edifici Consolidamento con micropali


Fessurazioni e dissesti nelle strutture di un edificio costituiscono un’importante indicazione di cedimento differenziale delle fondazioni. Le cause possono essere molteplici: dal deterioramento del terreno e delle fondazioni alle variazioni del livello di falda e delle pressioni interstiziali, dalla ridotta portanza del terreno di fondazione dell’edificio all’errato dimensionamento delle fondazioni, dall’incremento dei carichi applicati alla fondazione stessa alle variazioni tensionali indotte nel terreno da scavi o opere di costruzione in aree vicine all’edificio.

La Dalla Gassa ha sviluppato negli ultimi anni una serie di metodi di consolidamento evoluti, grazie alla grande esperienza che l’impresa può offrire nelle opere speciali. Il metodo di consolidamento con micropali prevede l’esecuzione di pali di piccolo diametro al fine di trasferire i carichi della struttura in profondità su terreni stabili. A differenza dei pali tradizionali di maggiore diametro, un intervento con micropali non comporta rilevanti problemi in termini di invasività o necessità di demolizioni in quanto vengono impiegati macchinari più maneggevoli e di ridotte dimensioni, oltre ad essere vantaggioso in termini di costi e tempi di realizzazione.

I micropali sono una tecnica molto versatile; sono pali modulari in acciaio ad alta resistenza costituiti da una batteria di singoli elementi inseriti in successione nel terreno. Il diametro reso può arrivare a 300 mm, con profondità massima raggiungibile di 20-25 m, funzione della stratigrafia del sottosuolo e delle caratteristiche di capacità portante di progetto richieste. La Dalla Gassa impiega anche i micropali autoperforanti, dotati di punta a perdere, nei i quali l’infissione avviene per mezzo di rotoinfissione perforando la fondazione esistente e immorsando quindi i pali nel terreno in profondità. L’infissione può essere eventualmente inclinata per ottimizzare la trasmissione dei carichi fra struttura, fondazione superficiale e fondazione profonda. Nel caso dei micropali autoperforanti non si rende necessaria l’esecuzione di un preforo.

Il consolidamento con micropali è una soluzione efficace per il ripristino della stabilità di un edificio anche per dissesti di notevole entità e problematiche profonde. La grande portanza laterale infatti può assicurare la resistenza sugli strati di terreno più profondi e compattati, riportando i carichi più in profondità rispetto alla fondazione esistente, nel caso in cui gli strati superficiali del terreno non presentino le caratteristiche di capacità portante richieste. Con i micropali vengono immediatamente consolidate le fondazioni dell’edificio con un recupero di una parte dei cedimenti osservati.

Vantaggi

  • Invasività ridotta rispetto ai sistemi tradizionali.
  • Opere di demolizione ridotte al minimo.
  • Macchinari per l’esecuzione dell’opera di ridotte dimensioni.
  • Tempi di realizzazione rapidi.
  • Eventuale precarico e sollevamento della struttura con recupero di parte dei cedimenti.
  • Collaudo del micropalo in corso d’opera.
  • Costi ridotti rispetto alle tecniche di palificazione tradizionali.

Campi di applicazione

  • Consolidamento di fondazioni superficiali di edifici esistenti o di nuova costruzione, che necessitano di un incremento di capacità portante a causa delle caratteristiche geotecniche insufficienti del terreno o all’ammaloramento delle fondazioni esistenti.
  • Consolidamento di pavimentazioni industriali che necessitano di un incremento di capacità portante del terreno di fondazione, per supportare il carico derivante da macchinari o strutture interne con elevato peso proprio.